Scala

Scala

ing.: Scale

fr.: manca la traduzione. Vuoi contribuire e suggerirla?

sp.: Escala

ted.: manca la traduzione. Vuoi contribuire e suggerirla?

Termine generico per indicare strumenti di ricerca di vario genere, volti a ordinare (con scale applicate a variabili ordinali) e a “quasi-misurare” (con scale applicate alle cosiddette variabili quasi-cardinali; cfr. Marradi, 1995, 104) proprietà continue riferibili ad atteggiamenti umani difficilmente operativizzabili, a concetti complessi quali pregiudizio, autoritarismo, religiosità, intelligenza, integrazione e – più usuali per la valutazione – soddisfazione, gradimento, giudizio su, etc.

Nelle scienze sociali, a differenza di quelle naturali, le proprietà continue non si traducono in variabili cardinali per impossibilità a definirne un’unità di misura. Le scale rappresentano

una parziale soluzione perché – a certe condizioni – i punteggi prodotti sono utilizzabili come cardinali, derivando da variabili che vengono definite ‘quasi cardinali’, dove quel “quasi” sta proprio ad indicare l’irraggiungibilità dell’obiettivo di attribuire pieno significato numerico ai punteggi delle scale (Corbetta, Metodologia e tecniche della ricerca sociale, Il Mulino, Bologna 1999, p. 240).

  • Mancano indicazioni. Vuoi proporre dei testi?

Nota: con la voce ‘Scala’ è difficile trovare qualcosa di utile in Internet; provare con ‘Scala metodologia’. Digitando invece determinati nomi di scale (p.es. ‘Scala Likert’ o – in inglese – ‘Likert scale’) tutto è più facile.

  • Non abbiamo voci collegabili. Le vuoi suggerire?

Non ci sono mappe disponibili.

Non ci sono discussioni aperte (suggerimenti, varianti, discussioni, esempi…). Vuoi incominciare tu una discussione?

Claudio Bezzi, 10 Luglio 2017.

Suggerimenti Alberto Baldissera, 11 Luglio 2017.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: