Metodologia

Affiliata alla Macrovoce Scienza

(ing. Methodology; fr. Méthodologie; sp. Metodología)

Riguarda il ‘come’ la realtà sociale può essere conosciuta, e quindi l’insieme delle riflessioni che dal metodo conduce alle tecniche di ricerca; la metodologia è un corpo di riflessioni relativo ad una specifica disciplina scientifica.

E’ termine da usare esclusivamente per le riflessioni su metodo e tecniche e per la relativa disciplina accademica. Non se ne accetta l’uso in luogo di ‘metodo’ o ‘tecniche’ (Glossario della collana, 1998).

Metodologia: è solo lo studio di metodi e tecniche; è sbagliato quindi parlare di ‘metodologia della ricerca’ intendendo “dichiarazione dei metodi e tecniche utilizzati nella ricerca”, salvo intendere invece “analisi e discussione dei metodi e tecniche”; il presente è un manuale metodologico, ma quando presentiamo al nostro committente il disegno valutativo non gli indichiamo la metodologia ma il metodo seguito (in una delle due accezioni principali), cioè il percorso che ci ha condotti da una specifica enunciazione del problema oggetto di ricerca alla scelta di procedure, tecniche e strumenti ritenuti appropriati al problema che ci è stato posto o più probabilmente le definizioni operative relative a tecniche (Bezzi, 2010).

L’approccio metodologico è largamente influenzato da scelte epistemologiche e ontologiche di fondo (p.es. di carattere realista o costruttivista).

Secondo Guala ‘Metodologia’ ha a che fare con tre livelli di riflessione:

1) il rapporto fra metodologia e riflessione filosofica sulla concezione della scienza. A questo livello

la metodologia occuperebbe allora un ruolo di mediazione tra le istanze del ragionamento e delle procedure della scienza e la strumentazione via via adottata in riferimento a un dato contesto di ricerca (Guala, 2000, 18)

2) l’utilizzazione della ricerca come prodotto, che non riguarda solo riflessioni metodologiche ma relative agli assunti valoriali del ricercatore;

3) il campo applicativo delle tecniche, che implica svariati problemi:

– le implicazioni derivanti da una certa scelta teorica a livello di strategie operative di ricerca;

– il rapporto tra gli assunti teorici e la scelta degli strumenti per reperire dati e informazioni sull’oggetto di ricerca;

– la affidabilità degli strumenti di ricerca in relazione all’oggetto, eventualmente anche in riferimento alle strategie di campionamento adottate o da adottare;

– il rapporto fra budget della ricerca, organizzazione del lavoro di indagine, costi, risultati attesi;

– l’efficacia dei vari strumenti di ricerca in relazione ai dati che si vogliono ottenere, alla loro qualità e al livello di approfondimento che si ritiene doveroso raggiungere;

– il problema della possibile estensione dei risultati ottenuti ad una popolazione più ampia di quella indagata (inferenza) e i margini di errore che si ritengono compatibili (Guala, 2000, 22-23).

Riferimenti bibliografici minimi:
Vedi anche:

Claudio Bezzi, 30 Giugno 2017.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: