Focus group

Affiliata alla Macrovoce Tecniche

(fr. Entretien de groupe; sp. Grupo Focal)

Intervista rivolta a un gruppo omogeneo di 7/12 persone, la cui attenzione è focalizzata su un argomento specifico che viene scandagliato in profondità. Un moderatore indirizza e dirige la discussione fra i partecipanti e ne facilita l’interazione. Ogni partecipante ha l’opportunità di esprimere liberamente la propria opinione rispetto all’argomento trattato; la comunicazione nel gruppo è impostata in modo aperto e partecipato, con un’alta propensione all’ascolto. Il contraddittorio positivo che ne consegue consente di far emergere i reali punti di vista, giudizi, pre-giudizi, opinioni, percezioni e aspettative del pubblico in modo più approfondito di quanto non consentano altre tecniche di indagine; rispetto ad altre tecniche di intervista, il focus group si caratterizza per avere tutte le seguenti caratteristiche:

  • un gruppo (non un singolo individuo) come fonte di informazione;
  • interazione reale fra i partecipanti (riuniti in una sede);
  • focalizzazione su uno specifico argomento;
  • interesse del ricercatore verso l’approfondimento, piuttosto che verso la generalizzazione;
  • presenza di uno o più moderatori (detti anche ‘facilitatori’).

Molto utilizzati nelle indagini di mercato, in Italia si sono estremamente diffusi nella valutazione e nella ricerca sociale in genere ma alcuni autori affermano che questo uso sia eccessivo e la tecnica sopravvalutata (Bezzi, 2005; Bezzi, 2009).

Ironia sul focus group (fonte)

skydeck1.gif

Riferimenti bibliografici:
Sitografia:

Claudio Bezzi, 27 Giugno 2017.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: