Conteggio

Enumerazione di enti o eventi con proprietà discreta e sua assegnazione a classi corrispondenti all’unità di conto utilizzata, che è la serie di numeri interi positivi.

Più specificatamente nella ricerca standard: registrazione in matrice del risultato del ‘contare’ gli oggetti di un dato tipo, aventi proprietà discrete, posseduto dal caso ennesimo; l’unità di misura in questa operazione non è definita convenzionalmente ma esiste in natura.

L’atto del registrare in matrice non è comunque riferibile al conteggio, ne è una sua conseguenza operativa definibile propriamente come classificazione; il risultato del conteggio è l’‘ampiezza’ o la ‘numerosità’ della popolazione oggetto del conteggio.

Riferimenti bibliografici minimi:
  • Giuseppe Leti, Statistica descrittiva, Il Mulino, Bologna 1983, p. 95.
  • Alberto Marradi, Concetti e metodi per la ricerca sociale, La Giuntina, Firenze 1987, pp. 47-50.
Sitografia:

Claudio Bezzi, 4 Novembre 2017.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: