Brainstorming [classico]

Affiliata alla Macrovoce Tecniche

(ing. Brainstorming, sp. Lluvia de ideas)

Il Brainstorming è una tecnica che incentiva la produzione di idee entro un gruppo di ‘esperti’.

Secondo Osborn, che l’ha ideata, per riuscire a produrre idee qualitativamente elevate per la soluzione dei problemi, bisogna incentivare la produzione di un considerevole numero di idee. Il brainstorming tende a sviluppare al massimo tale produzione senza preoccuparsi in prima istanza del loro valore e della loro capacità di portare a soluzione il problema.

Osborn propone quattro norme per condurre una riunione Brainstorming:

  1. la critica è esclusa: il giudizio negativo sulle idee deve essere rimandato ad un secondo tempo;
  2. la corsa in folle è ben accetta: più é audace l’idea meglio è; è più facile frenare che incoraggiare;
  3. si cerca la quantità: quanto maggiore sarà il numero delle idee tanto più probabile sarà trovarne di utili e di qualità;
  4. si cercano combinazioni e miglioramenti: oltre a contribuire con idee proprie, i partecipanti dovrebbero suggerire come le idee altrui possono essere trasformate in idee migliori o come due idee possono essere fuse in un’altra idea ancora.

Il brainstorming ‘classico’ (quello ideato da Osborn) è uno strumento di problem solving aziendale poco utile nella ricerca sociale e valutativa, perché non indica soluzioni per l’utilizzo delle molte decine (a volte centinaia) di idee prodotte. Per una proposta utile in questo ambito vedi Brainstorming valutativo.

Alex Osborn, l’inventore del brainstorming
Una delle prime sessioni di brainstorming presso la BBDO, la società presieduta da Osborn, alla fine degli anni ‘50
osborn bbdo

La maggior parte delle persone ritiene che il termine sia traducibile con “tempesta mentale” (o “tempesta di idee”), ma ovviamente la particella ‘storming’ non è il sostantivo storm che, effettivamente, significa ‘tempesta’, bensì il verbo to storm che non ha alcun significato atmosferico bensì quello, assai bellicoso o addirittura militaresco, di assaltare, attaccare una postazione nemica. Il significato letterale di brainstorming è quindi “assalto mentale – di idee”. Che sia questo il vero significato del termine, oltre che l’osservazione linguistica (storming è evidentemente un participio del verbo to storm), ce lo dichiara l’inventore stesso del brainstorming, Alex Osborn, che nel capitolo finale del suo Applied Immagination del 1953 dichiara:

I primi partecipanti definirono i nostri sforzi ‘sessione brainstorming’; e piuttosto giustamente perché, in questo caso, ‘brainstorm’ significa usare la testa [brain] per assaltare [to storm] un problema creativo; e farlo alla maniera degli incursori [commando], dove ogni assaltatore [stormer] attacca audacemente lo stesso obiettivo (Osborn, Applied Immagination, 1953, 297).

Riferimenti bibliografici:
Sitografia:
Vedi anche:

Claudio Bezzi, 27 Giugno 2017.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: