Accountability 1

(fr. Rendre des comptes; sp. Rendición de cuentas)

Un termine utilizzato in valutazione, non semplicemente traducibile in italiano se non come “responsabilità (del management) rispetto al programma”, “capacità di dare conto dei suoi esiti”, “rendicontazione (non solo finanziaria, ma generale, politica)”. Per Rossi, Freeman e Lipsey [https://us.sagepub.com/en-us/nam/evaluation/book224290] la valutazione attenta all’accountability è definibile “valutazione sommativa”, termine coniato da Scriven che ha significati simili ma non identici.

Scriven (1991, 46) sostiene che per l’accountability non è indispensabile che l’intervento valutato presenti una formulazione di obiettivi precisi.

Poiché ‘rendicontazione’ in italiano assume significati sostanzialmente finanziari, per non incorrere in equivoci è opportuno mantenere il termine accountability per i significati sopra esposti, e utilizzare rendicontazione solo per la redazione di resoconti finanziari (generalmente obbligatori nei Fondi strutturali).

Obligation, for the actors participating in the introduction or implementation of a public intervention, to provide political authorities and the general public with information and explanations on the expected and actual results of an intervention, with regard to the sound use of public resources. From a democratic perspective, accountability is an important dimension of evaluation. Public authorities are progressively increasing their requirements for transparency vis–vis tax payers, as to the sound use of funds they manage. In this spirit, evaluation should help to explain where public money was spent, what effects it produced and how the spending was justified. Those benefiting from this type of evaluation are political authorities and ultimately citizens. For example, a training organisation reports on the number of trainees who benefited from its services and the qualifications obtained. A managing authority reports on the cost per job created due to the intervention. The European Commission publishes a report on progress made in terms of economic and social cohesion. Citizens have access to the report (Evalsed).

Responsabilità è una parola verticale che mette in relazione asimmetrica il capo con i suoi subordinati. Il capo è chiede al subordinato di eseguire un compito spesso descritto in termini di procedura e non di risultato. In questo caso la responsabilità del subordinato è paradossalmente una irresponsabilità verso il risultato tant’è che nelle organizzazioni rigorosamente gerarchiche il capo viene indicato come l’unico vero responsabile di tutto.

Accountability è una parola orizzontale che mette in relazione paritetica tutti partecipanti. L’accountability implica l’obbligo etico, ma non necessariamente legale, di riferire ai pari le informazioni utili a capire i progressi rispetto ai risultati attesi. L’affidabilità e la qualità delle informazioni  fornite ai partecipanti determina la dignità, la statura etica, civile e sociale dell’individuo o dell’organizzazione. Un modo frequente di tradurre accountability è appunto «trasparenza» che porta un significato parziale, ma qualificante il tipo di responsabilità alla quale facciamo riferimento. A riprova della correlazione fra trasparenza e accountability sta il fatto che l’omertà è considerata un opposto dell’accountability. Talvolta l’accountability (trasparenza verso i concittadini) obbliga ad andare contro il principio di responsabilità verso il capo che chiede di eseguire un ordine illecito. L’esempio forse più forte è rappresentato in alcuni codici militari nei quali è d’obbligo non eseguire gli ordini illeciti (Stefano Cianchi, Accountability, in “Civicum”)

Vedi anche:
  • Rendicontazione (per una traduzione letterale esatta ma – come spiegato sopra – con sfumature diverse in italiano)
  • Valutazione sommativa (per Scriven un termine simile)

Claudio Bezzi, 17 Luglio 2017.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: