L’efficacia situazionale

Come verificare l’efficacia netta (un tema piuttosto usuale per un valutatore) in un contesto di grande complessità e incertezza? Per esempio: in un servizio a bassa soglia, dove gli utenti vanno e vengono, dove i livelli di “successo” possono andare dalla semplice riduzione del rischio all’emancipazione eclatante, dove non esistono dati di monitoraggio? Ma anche nei contesti in cui ciò che viene erogata è una relazione (d’aiuto, educativa…). Ma anche in contesti multi-attore dove sono presenti istanze, valori e visioni differenti…?

Propongo una riflessione concettuale su ciò che chiamerei efficacia situazionale. La trovate QUI (L’efficacia situazionale) come parte teorica e preliminare di un approccio che sto trasformando in metodi e tecniche in alcuni casi professionali che sto seguendo.

Se avrete voglia di commentare ve ne sarò grato. Potete farlo sul blog (questo in cui leggete il testo) o con email privata (la trovate facilmente qui: https://bezzicante.wordpress.com/chi-sono/il-cv/). Preferisco non su Facebook perché potrei disperdere i vostri interventi che, invece, ritengo preziosi.



Categorie:Valutazione

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: